Il risarcimento in caso di danno subito dal terzo trasportato

Il terzo trasportato in caso riporti dei danni a seguito di un incidente, ha diritto al risarcimento da parte dell’assicurazione rc auto del veicolo sul quale circolava.

In caso di incidente con un altro veicolo, se la controparte viene ritenuta responsabile del sinistro, il terzo trasportato otterrà comunque il risarcimento dall’assicurazione del veicolo su cui viaggiava; sarà poi l’impresa assicuratrice del veicolo in questione a rivalersi sulla compagnia della controparte per ottenere il rimborso della somma pagata.

 

La normativa

Il risarcimento al terzo trasportato è disciplinato dall’art.141 del Codice delle assicurazioni private.

Nel comma 1 del citato articolo, viene stabilito che il danno subito dal terzo trasportato dev’essere risarcito dall’assicurazione del veicolo sul quale viaggiava al momento del sinistro, a prescindere dall’accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nell’incidente. Il terzo trasportato ha comunque diritto all’eventuale maggior danno nei confronti dell’assicurazione del responsabile qualora il veicolo di quest’ultimo fosse coperto da un massimale assicurativo superiore a quello minimo.


Nel comma 2 viene specificato che il terzo trasportato per ottenere il risarcimento deve promuovere la richiesta di risarcimento nei confronti della compagnia assicurativa del veicolo sul quale circolava.

Al comma 3 viene ribadito che l’azione diretta del risarcimento è esercitata nei confronti della Compagnia assicurativa del veicolo sul quale il terzo trasportato era a bordo al momento del sinistro. Tuttavia l’assicurazione dell’effettivo responsabile civile può intervenire in giudizio ed estromettere la compagnia della controparte, riconoscendo la responsabilità del proprio assicurato.

Al comma 4 infine viene stabilito che la compagnia di assicurazione che ha risarcito il terzo trasportato, ha diritto di rivalsa nei confronti della compagnia dell’effettivo responsabile del sinistro e quindi di ottenere da quest’ultima il rimborso della somma pagata a titolo di risarcimento.

 

Tempi del risarcimento e concorso di colpa

I tempi del risarcimento variano in caso sia stato compilato o meno il modulo di constatazione amichevole e sia possibile la procedura di risarcimento diretto. In questo caso il terzo trasportato riceverà la proposta di risarcimento entro 90 giorni dal sinistro, ovviamente per quanto riguarda i danni fisici, sarà prima indispensabile effettuare tutti i controlli e gli esami necessari per l’accertamento del danno e della sua entità.

Se il responsabile del sinistro fosse sprovvisto di assicurazione o se la circolazione del veicolo sul quale si era a bordo ha avuto luogo contro la volontà del proprietario o dei soggetti equiparati a quest’ultimo, il terzo trasportato per ottenere il risarcimento dei danni subiti potrà rivolgersi al Fondo vittime della strada.

Ricordiamo che il trasportato può avere un concorso di colpa nella dinamica dell’incidente ed ottenere di conseguenza una riduzione del risarcimento. A riguardo segnaliamo l’interessante sentenza 42492/2012 della Corte di Cassazione che ha stabilito una diminuzione del risarcimento, nei confronti del terzo trasportato, perché considerato in concorso di colpa, in quanto al momento del sinistro è stata rilevato il mancato utilizzo della cintura di sicurezza.

Hai subito un danno? Richiedi l’assistenza di un nostro esperto per ottenere il giusto risarcimento.

 

Il risarcimento in caso di danno procurato dal terzo trasportato

In caso di danno procurato dal terzo trasportato, quando ad esempio viene danneggiata un’altra vettura aprendo la portiera, quest’ultimo viene considerato responsabile solidale insieme al conducente/proprietario del veicolo su cui era a bordo, secondo quanto stabilito dall’art.2043 del Codice Civile. La percentuale di responsabilità verrà stabilita a seconda della dinamica dell’incidente e i responsabili dovranno risarcire il danno ognuno per la propria quota.

Il danneggiato potrà chiedere l’intero risarcimento all’assicurazione del veicolo, la quale una volta risarcito il danno, agirà in regresso verso il terzo trasportato esigendo il rimborso della somma pagata in misura della responsabilità accertata di quest’ultimo.



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +2 voti positivi