La detraibilità nelle assicurazioni.

Alcuni prodotti assicurativi prevedono dei benefici fiscali da prendere in considerazione.
Parleremo di detraibilità , deducibilità e tassazione dei rendimenti.
Iniziamo dalla detraibilità:
La detraibilità consiste nella sottrazione dei costi detraibili dopo aver calcolato il reddito imponibile e l’imposta da versare. I costi detraibili possono essere sottratti direttamente dall’imposta.
In poche parole una volta determinata l’imposta da pagare, i costi detraibili vengono sottratti da quest’ultima riducendo quindi le tasse da pagare. (IMPOSTA NETTA = IMPOSTA – COSTI DETRAIBILI).
Nei prodotti assicurativi, i costi detraibili sono presenti nelle Assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente da qualsiasi causa derivante. Precisamente, ai sensi dell’art.15 comma 1 lett. f) del D.P.R. n.917/86, relativamente ad ogni periodo di imposta, è consentita una detrazione nella misura del 19% dell’onere sostenuto dal Contraente per i premi relativi alle Assicurazioni di cui sopra versati in tale periodo per un importo complessivamente non superiore ad Euro 1.291,14*. Il Contraente avrà dunque diritto ad una detrazione massima pari ad Euro 245,32.
* Importo modificato dal Decreto Imu del 2013 in 630,00 € per il 2013 e 530,00 € per il 2014.

Esempio: Un premio di una polizza avente per oggetto il rischio di morte o di invalidità pari a Euro 1.000,00 dà diritto al Contraente di detrarre dalle imposte il 19% del premio. In questo caso specifico si avrà un costo detraibile pari a Euro 190,00.
Considerando questo risparmio fiscale il reale costo sostenuto dal Contraente sarà uguale a:
 € 1.000,00 (il premio) – € 190,00 (il risparmio fiscale) = € 810,00.

 

VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : 0 voti positivi