Nuovo codice della strada 2013.

 

Abolito il patentino per i ciclomotori e microcar

Dal 19 gennaio 2013 è stato abolito il patentino per i ciclomotori e microcar. Al suo posto è stata istituita la patente di categoria AM che si potrà conseguire superando, oltre una prova teorica, anche una prova pratica.La nuova patente AM sarà come tutte le altre e necessita di requisiti psicofisici specifici e comporterà la decurtazione dei punti in caso di infrazioni. Per chi è già in possesso del vecchio patentino, l’obbligo di sostituzione scatta in caso di smarrimento, furto, deterioramento o distruzione del vecchio documento. I corsi che si tengono nelle scuole, e che venivano equiparati a quelli delle autoscuole, dal 19 gennaio non hanno più validità a fini del conseguimento della patente. L’esame si potrà fare esclusivamente tramite autoscuole o privatisti.

 Addio al targhino esagonale sui ciclomotori

Dal 13 febbraio viene definitivamente abolito il targhino esagonale sui ciclomotori. Il vecchio targhino dovrà essere sostituito con una targa vera e propria. Per ottenerla è sufficiente andare alla Motorizzazione o in un’agenzia collegata, compilare un modulo di richiesta e allegare le ricevute dei tre versamenti richiesti (Diritti Motorizzazione Civile, imposta di bollo e acquisto targa) per un totale di circa 50 euro. Le sanzioni amministrative per la circolazione senza la nuova targa ammontano a 519,67 euro. Sono definiti ciclomotori i veicoli a 2, 3 ruote (tricicli leggeri) o 4 ruote (quadricicli leggeri) con velocità massima di 45 km/h e con cilindrata massima di 50 cc. Per i motori elettrici la potenza massima è di 4 kW. Il passaggio alle nuove targhe era iniziato il 14 luglio 2006, quindi andranno sostituiti, per chi non l’avesse ancora fatto, i targhini dei motocicli venduti fino al 13 luglio 2006.



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +4 voti positivi