Chi subisce un sinistro e necessita dell’assistenza di un esperto in infortunistica per ottenere il giusto risarcimento solitamente non sa a chi rivolgersi e spesso si affida al passaparola di amici e parenti, ma non sempre rimane soddisfatto del risultato ottenuto.

Orientarsi e trovare il giusto professionista per il proprio caso specifico non è così semplice; in Italia ci sono oltre 240 mila avvocati e migliaia di agenzie di infortunistica stradale presenti in tutto il territorio nazionale.

Il primo dubbio che ci si pone è a chi conviene affidarsi, a un avvocato o a un’agenzia di infortunistica? Come vedremo non esiste una risposta assoluta a questa domanda, dipende da tanti fattori.

In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza.

Perché è importante affidarsi a un esperto in infortunistica stradale?

A seguito di un sinistro, come un incidente stradale, è altamente consigliabile, per tutelare appieno i propri diritti, affidarsi ad un professionista esperto in materia di infortunistica, soprattutto quando il risarcimento va richiesto a una compagnia di assicurazioni, i danni sono di una certa entità oppure la dinamica dell’evento non è chiara.

Produrre i giusti documenti e certificati, eseguire tutti gli esami medici e le perizie necessarie, redigere e inoltrare correttamente la denuncia di sinistro e la richiesta di indennizzo entro i termini previsti sono tutti elementi determinanti per avviare al meglio una pratica di risarcimento con l’assicurazione.

Le compagnie di assicurazioni, considerato che saranno loro a dover pagare il risarcimento, non di rado tendono a sminuire i danni e le lesioni patite dal danneggiato.

L’assistenza di un professionista specializzato in infortunistica stradale è molto importante, non solo per accertare la dinamica dell’incidente (tramite periti, ingegneri cinematici, ecc.), ma anche per valutare e quantificare con precisione tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali che il danneggiato e i suoi parenti più stretti (risarcimento danni da incidente mortale: chi ne ha diritto?) hanno subito e subiranno in futuro a causa del sinistro.

Per le pratiche di risarcimento da incidente stradale con feriti ad esempio, oltre a certificare e a quantificare tutte le lesioni fisiche sofferte dal danneggiato (con l’ausilio di una perizia medico legale di parte), non sono da trascurare anche tutte le altre tipologie di danno che queste menomazioni possano aver provocato, come il danno morale, il danno esistenziale, il danno patrimoniale da lucro cessante per le occasioni di guadagno perse, ecc.

Inoltre, dopo aver inviato la richiesta di risarcimento per tutti i danni patiti, un professionista esperto in infortunistica può assisterci anche in caso di offerta dell’assicurazione troppo bassa, effettuando costanti e continuative trattative in via stragiudiziale con la compagnia assicurativa.

Qualora la via stragiudiziale non portasse ad un giusto ed equo risarcimento, sarà possibile, tramite l’assistenza di legali e consulenti tecnici specializzati, agire in giudizio nei confronti della compagnia assicurativa.

Accertata quindi l’utilità di farsi assistere da un esperto, molti si chiedono a chi convenga rivolgersi in caso di sinistro, a un avvocato o a una società di infortunistica? Non esiste una risposta universale, dipende dal legale e dall’agenzia, dalle loro specializzazioni, dall’esperienza, da quanti casi simili al nostro hanno già seguito, dai professionisti con cui collaborano, dall’entità dell’onorario richiesto, ecc.

Per comprendere meglio come funziona una società di infortunistica abbiamo intervistato il dottor Ermes Trovò, presidente di Studio3A-Valore S.p.A., società con cui collaboriamo per fornire assistenza ai nostri utenti, che ha risposto ad alcune nostre domande. Vediamole insieme.

 

Consulenza gratuita per il giusto risarcimento

clicca quiNOVITÀ!!! Richiedi consulenza e assistenza gratuita

 

Di cosa si occupa una società di infortunistica?

Una società di infortunistica si occupa delle pratiche di risarcimento di persone che siano rimaste coinvolte in un incidente, per lo più stradale. Questa definizione, tuttavia, coniata a cavallo degli anni Duemila, periodo che ha visto il proliferare di queste realtà, è ormai superata e riduttiva, almeno per quel che riguarda la nostra azienda, prima del settore ad aver raggiunto un’esperienza, una professionalità e una solidità tale da poter diventare una società per azioni.

La nostra società infatti non si occupa solo di incidenti di lieve entità, è specializzata in sinistri gravi e assiste danneggiati o familiari di vittime rimaste coinvolte in ogni tipologia di incidente: infortuni sul lavoro, casi di malasanità, inquinamento ambientale, eventi catastrofali, incendi, responsabilità civile verso terzi, eccetera.

Ormai, grazie alle competenze maturate nel settore danni, siamo diventati una società di servizi a tutto tondo per la tutela dei diritti del cittadino, aiutando qualsiasi utente che abbia bisogno, ad esempio, di realizzare una perizia di stima, di espletare una pratica di successione o di redigere la dichiarazione dei redditi.

 

Come viene assistito un cliente vittima di incidente, quali servizi gli vengono forniti?

La nostra società si prende a carico totalmente il danneggiato, a maggior ragione quando si tratta dei familiari di una persona che purtroppo è deceduta.

La nostra filosofia è proprio quella di sgravare i nostri assistiti da qualsiasi preoccupazione, burocratica e anche economica, che possa acuire il loro già delicato stato di salute fisica o psicologica.

In buona sostanza, pensiamo noi a tutto, mettendo a frutto una struttura che può contare su oltre 60 dipendenti, 300 fiduciari tra esperti di diritto, medici legali, ingegneri cinematici, periti, 1.100 aziende convenzionate, e che è attiva in tutta Italia con svariate sedi e con consulenti personali capitalizzati in tutte le regioni pronti a dare risposte in tempo reale alle esigenze dei clienti.

Gli esperti dello Studio esaminano la dinamica del sinistro, accertano le responsabilità, quantificano il danno, calcolano il risarcimento dovuto e trattano direttamente con le compagnie per ottenere una congrua, giusta e rapida liquidazione, ingaggiando spesso delle vere battaglie perché le imprese di assicurazione hanno tutto l’interesse e sono preparate per risarcire sempre il meno possibile.

Ma il nostro Studio può opporre, oltre all’esperienza, professionisti specializzati che conoscono le modalità gestionali delle compagnie, le tempistiche da rispettare nelle liquidazioni e i criteri per una giusta valutazione del danno.

Un’assistenza a 360 gradi che peraltro non si esaurisce nell’aspetto strettamente risarcitorio: noi offriamo anche supporto psicologico, anticipiamo le spese funerarie, ci preoccupiamo di espletare tutte quelle pratiche burocratiche che in questi casi ci si ritrova a dover effettuare, ad esempio quelle di successione e di tutela dei minori.

 

Perché conviene affidarsi a una società di infortunistica invece che a uno studio legale?

Il nostro valore aggiunto, parlo ovviamente per la nostra società, si può sintetizzare con tre concetti: specializzazione, esperienza e conoscenza.

Uno studio legale segue pratiche e cause di ogni genere, noi invece operiamo da oltre vent’anni nel settore danni, come detto conosciamo bene le dinamiche delle compagnie assicurative e possiamo offrire tutte quelle consulenze che sovente gli avvocati non sono in grado di fornire o ritengono a torto superflue.

Solo per fare un esempio, in caso di procedimento penale noi generalmente mettiamo a disposizione dei nostri assistiti periti di parte per le varie perizie che vengono disposte dall’autorità giudiziaria, una garanzia fondamentale per l’esatta ricostruzione dell’evento e per la salvaguardia dei diritti dei danneggiati.

 

Quanto costa farsi seguire da un’infortunistica?

Nel caso nostro nulla. La nostra azienda infatti lavora solo a risultato, non chiede anticipi ai danneggiati, si accolla tutte le spese delle pratiche e nel caso (raro) in cui non si ottenga il risarcimento, non domanda nulla.

Una scelta coraggiosa e onerosa, che comporta un’importante esposizione economica per la società, ma assunta nella ferma convinzione di dover offrire a tutti la possibilità di far valere i propri diritti, anche a quanti non ne avrebbero altresì le competenze o le risorse economiche.