Le informazioni più utili per il risarcimento da sinistro stradale 

In questo articolo vengono esaminate le domande più frequenti nell’ambito del risarcimento danni per un incidente stradale. Le risposte alle varie domande sono redatte in maniera sintetica, per ulteriori informazioni al termine di ogni paragrafo è presente un collegamento all’articolo specifico, dove sarà possibile ottenere approfondimenti più completi ed esaustivi sull’argomento.

 

Come comportarsi dopo un incidente

Dopo un sinistro stradale è opportuno seguire delle indicazioni per ottenere il risarcimento in maniera più rapida. La prima azione fondamentale da svolgere dopo un sinistro stradale è di accertarsi che non ci siano feriti. In caso di omissione di soccorso dolosa l’assicurato perde il diritto al risarcimento. L’elemento indispensabile per velocizzare i tempi del risarcimento è la compilazione della constatazione amichevole di incidente o modulo blu e la sua consegna entro tre giorni alla propria compagnia di assicurazioni. Per ulteriori approfondimenti: cosa fare in caso di incidente stradale ?

A chi chiedere il risarcimento

In caso di incidente stradale, il proprietario del veicolo che ha subito il danno ha diritto ad un risarcimento. A chi deve essere richiesto? Dal primo febbraio 2007 chi subisce un incidente, può rivolgersi alla propria assicurazione per ottenere il risarcimento dei danni e non più alla compagnia di chi ha causato il sinistro. Questa procedura, denominata indennizzo diretto, non  si applica per ogni tipo di sinistro, è necessario infatti che nell’incidente siano coinvolti solo due veicoli identificati, assicurati ed immatricolati in Italia. I danni fisici al conducente inoltre devono rientrare nelle menomazioni micropermanenti (invalidità inferiore ai 9 punti percentuali). Per i passeggeri questo limite non viene applicato. Ulteriori informazioni su assicurazioni rc auto: indennizzo diretto.

 

Entro quanto tempo richiedere il risarcimento

Nell’ambito dei risarcimenti da parte delle assicurazioni, esiste un periodo di prescrizione, disciplinato dall’art. 2952 del Codice civile e fissato in due anni dal giorno in cui si è verificato il fatto. Per interrompere il periodo di prescrizione, superato il quale non si ha più diritto al risarcimento da parte dell’assicurazione, è necessario inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla propria compagnia con la richiesta di risarcimento. Per approfondimenti: la prescrizione del risarcimento danni nelle assicurazioni.

 

In presenza di danni alla persona

Per quanto riguarda i danni materiali, sarà compito di un perito incaricato dalla società assicurativa, valutare i danni subiti dal veicolo e a concordare l’ammontare del rimborso. Per quanto invece riguarda i danni fisici sarà necessario stabilire il danno biologico subito, attraverso la visita da parte di un medico legale che dovrà tra le altre cose, indicare l’eventuale grado di invalidità riscontrato e valutare la durata dell’inabilità parziale e totale. Per altre informazioni sull’argomento: il danno biologico. Definizione, calcolo e risarcimento.

 

Il risarcimento dei passeggeri

I danni subiti dai passeggeri, detti anche terzi trasportati, a seguito di un incidente stradale, devono essere risarciti dalla compagnia assicurativa del veicolo sul quale erano a bordo al momento del sinistro. L’articolo che disciplina questo argomento è il 141 del Codice Civile, il quale stabilisce che il terzo trasportato per ottenere il risarcimento deve promuovere la richiesta di risarcimento nei confronti della compagnia assicurativa del veicolo sul quale circolava. Per ulteriori approfondimenti: terzo trasportato e risarcimento danni. Chi paga?

 

Quando i danni superano il valore del veicolo

La maggior parte delle volte le compagnie assicurative affermano che il risarcimento danni non può superare il valore di mercato del veicolo. Ma non è del tutto vero. La normativa al riguardo lascia comunque l’ultima parola al giudice, che dovrà valutare caso per caso, se i costi di riparazione siano o meno eccessivamente onerosi rispetto al valore del veicolo. Ulteriori informazioni su: cosa succede quando il danno supera il valore dell’auto.



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +12 voti positivi