Il risarcimento diretto nelle assicurazioni.

Cos’e’ l’indennizzo diretto

Introdotto dal 1° febbraio 2007 stabilisce: chi subisce un incidente può rivolgersi al proprio assicuratore per ottenere un risarcimento e non alla compagnia di chi ha generato il danno.

Per poter usufruire dell’indennizzo diretto:

  • L’incidente deve aver coinvolto solo due veicoli identificati, assicurati ed immatricolati in Italia.
  • Il conducente non deve aver riportato ferite gravi (invalidità permanente superiore al 9%).  Questo non vale per i passeggeri, per quest’ultimi l’indennizzo diretto si applica anche per lesioni gravi superiori al 9% di invalidità.
  • In caso di incidente con ciclomotore, quest’ultimo deve essere targato secondo il regime di targatura del 2006 e non con il targhino.

La richiesta di risarcimento al proprio assicuratore può avvenire a mano, tramite raccomandata, telegramma, fax o email (se non esclusa da contratto).

I tempi dell’indennizzo diretto

La propria compagnia di assicurazione è obbligata ad offrire un  risarcimento entro 60 giorni dalla richiesta per i danni alle cose o al veicolo ed entro 90 giorni per i danni subiti dalle persone.

Con la compilazione della constatazione amichevole (modulo blu), sottoscritta da entrambe le parti, per i soli danni alle cose o al veicolo l’assicurazione è obbligata ad offrire un risarcimento entro 30 giorni dalla richiesta. Per i danni alla persona il limite rimane entro 90 giorni.

Ricevuta l’offerta dal proprio assicuratore si prospettano due scenari:

  • l’offerta viene accettata e deve essere pagata entro il tempo limite di 15 giorni.
  • l’offerta è ritenuta non idonea e si agisce in giudizio nei confronti dell’assicurazione.

Risarcimento del terzo trasportato

Il terzo trasportato (passeggero) che subisce lesioni personali a seguito di un incidente deve fare richiesta di risarcimento all’assicurazione del veicolo sul quale viaggiava. Quest’ultima risarcirà fino ad un importo pari al massimale minimo di legge (775.000,00 euro). Se il danno supera questo massimale il terzo trasportato potrà richiedere la parte eccedente  all’assicurazione del responsabile del sinistro.



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +1 voti positivi