Cambia l’esame di guida per la patente

Tra le novità: domande sul motore e controlli sull’usura degli pneumatici e livello dell’olio

 

Dal 19 gennaio 2013 è applicata la nuova disciplina in materia di patenti di guida, le cui disposizioni sono introdotte dal decreto legislativo  n. 59 del 18 aprile 2011, di “Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE, concernenti la patente di guida”

 

La prova pratica di guida dal 19 gennaio si articola in tre fasi:

 

1° Fase VERIFICA DELLA CAPACITÀ DEL CONDUCENTE DI PREPARARSI AD UNA GUIDA SICURA

I candidati devono dimostrare di essere in grado di prepararsi ad una guida sicura, effettuando le operazioni seguenti:

• regolazione del sedile nella corretta posizione di guida;
• regolazione degli specchietti retrovisori, delle cinture di sicurezza e di altre eventuali dotazioni;
• controllo della chiusura delle porte;
• controllo, a caso, della condizione di pneumatici, sterzo, freni, livelli (olio motore, liquido di raffreddamento, liquido lavavetri, ecc.), fari, catadiottri, indicatori di direzione e dispositivi di segnalazione acustica;

 

2° Fase MANOVRE

Il candidato deve effettuare alcune delle manovre indicate di seguito (almeno due, di cui una a marcia indietro):

• marcia indietro in linea retta o con svolta a destra o a sinistra, mantenendosi nella corretta corsia;
• inversione del veicolo, ricorrendo sia alla marcia avanti che alla marcia indietro;
• parcheggio del veicolo ed uscita dallo spazio di parcheggio (allineato, a pettine dritto o obliquo; marcia avanti o indietro; in piano o in pendenza);
• frenata di precisione rispetto ad un punto di arresto predeterminato; l’esecuzione di una frenata di emergenza è opzionale.

3° Fase COMPORTAMENTO NEL TRAFFICO

I candidati devono eseguire le seguenti azioni in condizioni normali di traffico, in tutta sicurezza ed adottando le opportune precauzioni:

• partenza da fermo: da un parcheggio, dopo un arresto nel traffico, uscendo da una strada secondaria;
• guida su strada rettilinea; comportamento nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche in caso di spazio limitato;
• guida in curva;
• incroci: affrontare e superare incroci e raccordi;
• cambiamento di direzione: svolta a destra ed a sinistra; cambiamento di corsia;
• ingresso/uscita dall’autostrada (o eventuali strade ad essa assimilabili): ingresso mediante corsia di accelerazione; uscita mediante corsia di decelerazione;
• sorpasso/superamento: sorpasso di altri veicoli (se possibile); superamento di ostacoli (ad esempio vetture posteggiate); essere oggetto di sorpasso da parte di altri veicoli (se del caso);
• elementi e caratteristiche stradali speciali (se del caso): rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram; attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese; gallerie;
• rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo.

 

In bocca al lupo !



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +5 voti positivi