Il danno differenziale è il danno risarcibile al lavoratore, pari alla differenza tra l’importo indennizzato dall’Inail per l’infortunio sul lavoro e quanto è possibile richiedere al datore di lavoro a titolo di risarcimento integrale del danno subito come previsto dal diritto civile.

Danno differenziale = maggior danno subito dal lavoratore risarcibile in sede civilistica – indennizzo Inail

L’Inail (Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) è l’ente pubblico che si occupa di tutelare i lavoratori vittime di infortuni sul lavoro ed è finanziato dalle assicurazioni obbligatorie pagate dai datori di lavoro.

 

Come si calcola il danno differenziale

L’Inail, la cui funzione è da considerarsi indennitaria e non risarcitoria, non liquida al lavoratore una somma necessaria al totale ristoro del danno subito. I danni patrimoniali indennizzati dall’istituto consistono solo in una parte dello stipendio percepito dal lavoratore, nella misura del 60% della retribuzione fino al 90° giorno e del 75% dal 91° giorno in poi (la differenza resta a carico del datore di lavoro fino al 100% della retribuzione), mentre tra i danni non patrimoniali risulta indenizzato il solo danno biologico permanente superiore al 6% di invalidità riscontrata.

Non vengono indennizzati quindi tutti i danni patrimoniali diversi dalla normale retribuzione, come ad esempio il lucro cessante derivante dalla eventuale minore capacità futura di produrre reddito da parte del danneggiato. Mentre per quanto riguarda i danni non patrimoniali, non sono indennizzati dall’Inail, il danno biologico temporaneo, il danno morale e il danno biologico permanente inferiore al 6% di invalidità.

 

Come ottenere il risarcimento del danno differenziale

Mentre per ottenere gli indennizzi dell’Inail non è richiesto l’accertamento della responsabilità del datore di lavoro, ma è sufficiente che il sinistro si sia verificato per il lavoro; il danno differenziale è risarcibile solo quando l’infortunio è avvenuto per colpa o responsabilità del datore.

Ne consegue che, se il datore di lavoro ha applicato tutte le norme previste sulla sicurezza, il lavoratore ha diritto ad ottenere il solo indennizzo Inail; al contrario, dimostrata la responsabilità del datore, il danneggiato ha diritto all’interno risarcimento del danno subito come stabilito dal codice civile.

Ai fini del risarcimento, il lavoratore ha l’onere della prova e deve dimostrare: la violazione degli obblighi di sicurezza da parte del datore, l’esistenza di un danno non rientrante nell’indennizzo Inail e il nesso di causalità tra la condotta del datore e il danno subito.

Il datore di lavoro, al contrario, per evitare il risarcimento deve provare di aver rispettato tutti gli obblighi di sicurezza e di aver fatto il possibile per evitare il verificarsi del danno o che questo sia stato provocato da un concorso di colpa da parte del lavoratore.

 

Cosa deve fare il lavoratore in caso di infortunio sul lavoro?

  • Informare immediatamente dell’incidente il datore di lavoro e recarsi al pronto soccorso.
  • Consegnare al proprio datore il certificato medico ricevuto dal pronto soccorso.
    Il datore di lavoro deve obbligatoriamente inviare all’Inail la denuncia di infortunio se i giorni di prognosi dovessero superare i 3 giorni oltre il giorno del sinistro. (La mancata denuncia da parte del datore entro 2 giorni dal ricevimento del certificato medico viene sanzionata con una multa amministrativa)
  • Il lavoratore, un paio di giorni prima della scadenza della prognosi, deve presentarsi presso gli ambulatori dell’Inail per una visita medica.
  • Effettuata la visita, l’Inail provvederà a stabilire una nuova visita nel caso in cui l’infortunio non si sia ancora concluso o a chiudere la pratica con un certificato da consegnare all’azienda.
  • Agire in giudizio nei confronti del datore di lavoro (se è responsabile del sinistro) per il riconoscimento del danno differenziale.

clicca quiNOVITÀ!!! Richiedi una consulenza gratuita su questo argomento



VN:F [1.9.22_1171]
<- L'articolo ti e' stato utile ? : +1 voti positivi